Facebook ha notato che la blockchain esiste ed è un fatto diventato comune.

 

Dopo aver portato oltre 2 miliardi di persone su Facebook e un miliardo su Instagram, Mark Zuckerberg sta puntando tutto su come far interagire le sue piattaforme assieme.

 

Ora per lui è prioritario la privacy e rendere i messaggi tra tutte le sue piattaforme di messaggistica assolutamente criptate.

 

Vuole anche creare un sistema di pagamenti esclusivo basandosi su di una Facebook criptovaluta, un po' come sta facendo WeChat in Cina.

 

Vogliono lanciare il Facebook Coin Libra entro il 2020.

 

Questo è a quanto stanno lavorando ben 50 persone nel quartier generale di FB.

 

Pensa che un terzo della popolazione mondiale usa Facebook.

 

È pazzesco!

 

Se ciascuno di questi utilizzasse il mezzo di pagamento via messaggio sarebbe una rivoluzione.

 

Andiamo a vedere di cosa si tratta.

facebook coin libra

Tencent, il gigante cinese di Internet dietro QQ e WeChat, ha stretto una partnership con Intel e ha dettagliato i loro piani per la blockchain. Stanno prendendo provvedimenti e ora possiamo aspettarci che Facebook prenda anche lui una posizione.

 

Il CEO e fondatore di Facebook Mark Zuckerberg ha pubblicato un post su Facebook il 4 gennaio 2018, delineando i suoi obiettivi personali per il 2018. In cima alla lista c'erano i problemi relativi all'uso scorretto di Facebook da parte di molte persone.

 

Ha parlato anche delle criptovalute:

 

"Ad esempio, una delle domande più interessanti della tecnologia in questo momento riguarda la centralizzazione rispetto al decentramento. Molti di noi entrano nella tecnologia perché crediamo che possa essere una forza decentralizzante che mette più potere nelle mani delle persone. (Le prime quattro parole della missione di Facebook sono sempre state "dare alle persone il potere").

 

Negli anni '90 e 2000, la maggior parte delle persone credeva che la tecnologia sarebbe stata una forza decentrata. Ma oggi molte persone hanno perso la fiducia in questa promessa. Con l'ascesa di un piccolo numero di grandi aziende tecnologiche - e i governi che usano la tecnologia per guardare i loro cittadini - molte persone ora credono che la tecnologia centralizzi il potere anziché decentralizzarlo.

 

Ci sono importanti contro-tendenze a questo - come le criptovalute - che prendono il potere dai sistemi centralizzati e lo rimettono nelle mani delle persone. Ma vengono con il rischio di essere più difficili da controllare. Mi interessa approfondire e studiare gli aspetti positivi e negativi di queste tecnologie e il modo migliore di usarle nei nostri servizi.

 

Questo sarà un anno serio di auto-miglioramento e non vedo l'ora di imparare dal lavoro per risolvere insieme i nostri problemi."



E Facebook oggi decide di essere coinvolto, ma come faranno a farlo?

 

Guardare il track record di Facebook può fornire alcune informazioni. Non farti fregare dalla notizia che Facebook ha vietato la pubblicità delle ICO e delle criptovalute!

 

Questa è una mossa diretta che Fb ha voluto fare per farsi una strada propria e guadagnare spazio nel mercato emergente delle criptovalute. 


Credits Marco Montemagno.

 

Facebook ha lanciato il 18 giugno 2019 la propria moneta digitale il Libra coin.

 

Cheddar, un network di notizie video di tecnologia e business, aveva già riporttoa che il social network era "intenzionato" sulla creazione di una moneta virtuale in concorrenza con le criptovalute.

 

Facebook con Libra, probabilmente avreà la più alta circolazione di qualsiasi valuta virtuale, con un mercato potenziale di oltre due miliardi di utenti. 

 

In confronto, ci sono solo circa 23 milioni di portafogli bitcoin distinti e circa 33 milioni di portafogli Ether - e molti utenti hanno più portafogli.

 

La notizia arriva poco dopo che Recode ha riferito che il Social network ha riunito un team esecutivo per "esplorare come sfruttare al meglio blockchain su Facebook". 

 

Anche se piccolo, il team blockchain include alcuni dei "migliori dirigenti" di Facebook, inclusi gli ex-alunni James Everingham e Kevin Weil ed ex CEO di PayPal David Marcus, che fa parte del consiglio di amministrazione di Coinbase.

 

Le notizie rendono Facebook l'ultimo blu chip, insieme a Microsoft e IBM, a mettere seriamente in considerazione le applicazioni blockchain.

 

I portavoce ufficiali restano a bocca aperta, riconoscendo a diversi media che "Facebook sta esplorando i modi per sfruttare il potere della tecnologia blockchain". 

 

Non hanno detto nulla su una valuta, ma hanno ammesso con piacere che "questa nuova piccola squadra esplorerà molti diverse applicazioni. Non abbiamo altro da condividere ".

 

Mark Zuckerberg, il fondatore, ha già accennato a un interesse per le criptovalute e la tecnologia decentralizzata, riconoscendo nel contempo l'incapacità di Facebook di proteggere i dati privati degli utenti. 

 

"Con l'ascesa di un piccolo numero di grandi aziende tecnologiche - e i governi che utilizzano la tecnologia per guardare i loro cittadini - molte persone ora credono che la tecnologia centralizzi il potere anziché decentralizzarlo", ha pubblicato lo scorso gennaio 2018. 

 

"Ci sono importanti contro-tendenze a questo tipo di crittografia e criptovaluta, che prendono il potere dai sistemi centralizzati e li rimettono nelle mani delle persone".

 

Facebook ha già giocato con valute virtuali, con funzionalità come Facebook Credits, utilizzate per acquisti in-app in giochi come Farmville. 

 

Tuttavia, la valuta non è mai decollata e alla fine è stata abbandonata.

 

Tuttavia, la società non ha fatto nulla per integrare effettivamente i pagamenti con le criptovalute sulla piattaforma. 

 

"I pagamenti che utilizzano le criptovalute in questo momento sono solo molto costosi, super lenti", ha detto Marcus, capo dell'iniziativa blockchain, in un'intervista rilasciata lo scorso febbraio a CNBC.

 

"Quindi le varie comunità che gestiscono i vari blockchain e le diverse risorse devono risolvere tutti i problemi, e poi quando arriveremo un giorno, forse faremo qualcosa".

 

Probabilmente saranno passati diversi anni prima che i Facebook coin diventino una realtà, hanno detto gli addetti ai lavori a Cheddar e, sfortunatamente, probabilmente non avranno un ICO.

 

Storicamente, Facebook ha trovato il successo facendo acquisizioni strategiche. Spende qualcosa come decine di miliardi per acquisire più di 50 startup e avviare le aree chiave della piattaforma Facebook.

 

Questo comportamento risale al 2009, quando hanno acquistato Friendfeed per migliorare i loro feed aggregati. E sta continuando ancora oggi, con la recente acquisizione di Ozlo per costruire il suo prodotto di intelligenza artificiale. Hanno anche una storia di successo nell'acquisto di prodotti per missili spaziali che lavorano insieme a Facebook e si espandono in nuovi mercati.

 

Alcuni esempi che nessuno dimenticherà sono Instagram, Whatsapp e Oculus Rift. La domanda da un milione di dollari diventa allora la seguente: quali aziende acquisiranno nel 2018 e quando faranno il loro debutto nel mercato delle criptovalute?

 

Abbiamo analizzato 50 criptomonete già sul mercato per creare una lista interessante. Questo è il tema di Facebook criptovaluta Libra.

 

Qui ci sono 3 aree e acquisizioni che Facebook potrebbe prendere in considerazione dopo la creazione di Libra.

Identità finanziaria con Bloom

Fin dall'inizio, Facebook ti ha aiutato a evidenziare socialmente la tua identità online. Dai contenuti che condividi ai pulsanti "accedi con Facebook" sparsi su Internet - In buona sostanza Facebook sei tu, con la tua faccia e la tua vita in Internet!

 

In effetti, la forza di Facebook come identità verificata è una delle cose che ha portato al successo di Tinder, un'app di appuntamenti, che richiedeva l'accesso degli utenti tramite Facebook. Essendo legato a Facebook, mostrava che si trattava di "persone reali" e non di persone che si spacciavano per falsi individui o criminali.

 

Con blockchain, Facebook potrebbe ampliare la portata della tua identità online per includere anche delle aree finanziarie. Ciò introdurrebbe nuove opportunità per Facebook e i servizi che offrono. Un'acquisizione chiave per questo potrebbe essere Bloom (BLT). Bloom è stata creata dagli ingegneri di Stanford e ha lanciato il suo ICO a dicembre del 2017.

 

Bloom attesta l'identità (dimostrando che sei tu stesso), segnalando e monitorando gli obblighi di debito e emettendo punteggi di credito. Aiutano anche le persone a far crescere i loro punteggi di credito utilizzando la carta di credito Bloom.

 

Ciò potrebbe consentire a Facebook di spingere nel settore finanziario. Potrebbero iniziare a emettere carte di credito e fare una sorta di attestazione di identità e il punteggio di credito che negli Stati Uniti è molto importante e si chiama "Credit Score".

 

Il risultato: più dati finanziari dell'utente (che gli inserzionisti adoreranno) e nuovi modi per fare soldi. Inoltre, renderebbe ulteriormente Facebook parte integrante e irremovibile delle nostre vite. In futuro, quando hai una carta di credito di Facebook, un conto in banca e un contratto di noleggio di un'automobile, potresti trovarti in una situazione in cui "potrai smettere di usare Facebook ... non appena finirai di ripagare il tuo mutuo"...

Sembra che Facebook stia diventando più serio riguardo alla blockchain, avendo recentemente nominato un direttore tecnico dedicato alla tecnologia.

 

Il gigante dei social media ha nominato uno dei suoi ingegneri senior, Evan Cheng, come il suo primo "direttore dell'ingegneria, blockchain". La nuova posizione è stata segnalata per la prima volta da TechCrunch e confermata da Facebook.

 

Secondo il profilo di LinkedIn di Cheng, ha lavorato come direttore dell'ingegneria per linguaggi di programmazione e runtime in Facebook per quasi tre anni prima del suo nuovo focus su blockchain, dopo un periodo di 10 anni in Apple.

 

Sull'account Twitter di Cheng, la sua biografia implica anche che ha una competenza in blockchain e cripto come sostiene il suo "lavoro diurno - linguaggi di programmazione, runtime, compilatori, lavoro notturno - blockchain, cripto".

 

Alcuni blog hanno riferito a maggio che l'azienda ha lanciato un team appositamente per esplorare questa tecnologia emergente. Il capo di lunga data di Facebook della sua piattaforma Messenger, David Marcus, è stato incaricato di guidare la squadra. Marcus, che è anche membro del consiglio di amministrazione di Coinbase, era in precedenza il presidente della società di pagamenti PayPal.

 

La notizia segue anche l'apertura di Facebook su cancellare il divieto degli annunci sulle criptovalute.

 

Mentre la società aveva vietato tutti gli annunci sulle criptovalute a gennaio 2018, da  giugno invece essi sono di nuovo disponibili. Mentre gli annunci relativi alle offerte di monete iniziali (ICO) e alle opzioni binarie binarie non sono ancora consentiti.

Il valore e la quotazione del Facebook Coin sono scritti nel white paper.

 

La quotazione e il prezzo del FBC si aspetta elevata e come abbiamo detto probabilmente sarà un stablecoin quindi nessuna oscillazione di prezzo.

 

Mark Zuckerberg vuole che la Libra di Facebook sia una valuta digitale davvero efficace e che possa essere spesa dagli utenti tutti i giorni.

 

Non vuole essere considerata come una riserva di valore (per intenderci, non centra nulla con Bitcoin) ma piuttosto come un’alternativa alle valute correnti.

 

In quanto “stablecoin”, il Libra coin ha un valore predeterminato che la associa direttamente al valore del dollaro statunitense.

 

Ciò rende del tutto "stabile" il valore della Libra, con l'obiettivo che la Libra abbia sempre lo stesso valore in modo che durante le transazioni si sappia sempre il "cambio".

 

Il fatto che il valore del cambio sia praticamente fisso in rapporto con il dollaro, significa che si sa sempre in anticipo quanto vale la moneta in oggetto.

 

È facile quindi calcolare il cambio Euro/Libra, ad esempio, per capire quanto vale un euro in libra e quanto vale un libra in euro.

 

Prendendo come oro colato il post comparso sul blog ufficiale di Facebook per annunciare la novità della Libra, possiamo vedere che il valore di Libra è di 1 LBR = 1,0493 dollari US.

 

Con il cambio attuale euro dollaro (1 euro= 1,14 $).

 

Abbiamo che 1 LBR = 0,92 euro circa.